Omicidio di Pietra Ligure, continuano le indagini su Alessio Alamia Burastero

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si continua a indagare su Alessio Alamia Burastero, il ventenne che ha ucciso la sua fidanzata Janira D'Amato a Pietra Ligure.
In un primo momento il ragazzo ha confessato il delitto, in seguito si è avvalso della facoltà di non rispondere.
Anche a causa di quella che sarebbe una fase di stallo, gli inquirenti hanno deciso di fare indagini più approfondite sui cellulari, sulle email e sui computer per ricostruire la tragica vicenda.
Alamia Burastero deve rispondere di omicidio volontario per aver brutalmente ucciso la fidanzata con cinquanta colellate al viso, al collo e alle spalle. La ragazza ha provato a difendersi, ma alla fine, di fronte a una tale violenza, ha dovuto soccombere, questa la ricostruzione del medico legale.
Dopo il delitto il ventenne sarebbe andato a casa di sua nonna che l'avrebbe convinto a costituirsi.
È possibile che i difensori chiedano una perizia psichiatrica attraverso un incidente probatorio e un nuovo interrogatorio, in alternativa potrebbero optare per il rito abbreviato condizionato al fine di accertare la capacità di intendere e di volere del loro assistito.

Ciao! se sei arrivato/a fino a questo punto della pagina significa che l'articolo è stato di tuo gradimento. Devi sapere che "Diritto e Cronaca", anche se utilizza banner, non vive di pubblicità ed è completamente auto-finanziato. L'unico modo che abbiamo di proseguire nel nostro lavoro è chiedere delle donazioni. Siamo grati a chiunque possa darci un aiuto, anche minimo.

Sei un libero professionista o fai parte di un'azienda e vorresti pubblicare contenuti sponsorizzati? Sei un appassionato e vorresti leggere un articolo su un argomento che ti sta a cuore? Organizzi seminari inerenti al diritto e alla criminologia e cerchi qualcuno in grado di valorizzarli? Contattaci cliccando qui o scrivici all'indirizzo info@dirittoecronaca.it e scopri come fare.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.