Elezioni 2018: ecco cosa si rischia col cellulare in cabina elettorale. La mezza bufala della sanzione da 15.000 €

Domenica come praticamente tutti sapranno sarà il giorno dedicato alle elezioni politiche 2018 e a quelle regionali per il Lazio e la Lombardia.
Negli anni passati ci sono stati dei casi di persone scovate in cabina elettorale col cellulare al fine di fotografare il proprio voto e, nel caso ve lo steste chiedendo... no, ovviamente non si può fare.
La Cassazione con sentenza n. 9400 depositata ieri ha definitivamente confermato che con tale comportamento si viola l'art. 1 della L. 96/2008 inerente alla segretezza del voto: si può dunque essere condannati con l'arresto da tre a sei mesi e con l'ammenda da 300 a 1.000 €, non sempre con la sanzione da 15.000 € come hanno scritto oggi dei giornalisti di alcune testate.
Nel caso dell'ultima sentenza si è arrivati a una tale cifra perché evidentemente il caso era grave e dunque la pena detentiva è stata convertita in sanzione pecuniaria.
Quindi attenzione, cari lettori di DirittoeCronaca.it: non datevi a "selfie elettorali" sfrenati!

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con master in scienze forensi e fra pochi mesi in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.