Reggio Emilia, un capriolo finisce nel cortile di un condominio e viene ucciso a badilate

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un capriolo è stato trovato morto nel cortile di un condominio alle porte di Reggio Emilia, in via Scaruffi.
L'animale, proveniente dal vicino parco del Mauriziano, dopo aver vagato in un quartiere residenziale sarebbe rimasto bloccato in un parcheggio privato.
Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti basata su varie testimonianze di alcuni residenti, un anziano, dopo averlo avvistato, l'avrebbe ucciso brutalmente servendosi di una pala.
Sul fatto stanno indagando un'équipe specializzata nel recupero della fauna selvatica e i carabinieri forestali, si valuterà l'incriminazione ex art. 544 bis c.p. per cui «chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da 4 mesi a 2 anni».

Ciao! se sei arrivato/a fino a questo punto della pagina significa che l'articolo è stato di tuo gradimento. Devi sapere che "Diritto e Cronaca", anche se utilizza banner, non vive di pubblicità ed è completamente auto-finanziato. L'unico modo che abbiamo di proseguire nel nostro lavoro è chiedere delle donazioni. Siamo grati a chiunque possa darci un aiuto, anche minimo.

Sei un libero professionista o fai parte di un'azienda e vorresti pubblicare contenuti sponsorizzati? Sei un appassionato e vorresti leggere un articolo su un argomento che ti sta a cuore? Organizzi seminari inerenti al diritto e alla criminologia e cerchi qualcuno in grado di valorizzarli? Contattaci cliccando qui o scrivici all'indirizzo info@dirittoecronaca.it e scopri come fare.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.