School shooting in Florida: 17 vittime e decine di feriti, le testimonianze shock

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono almeno 17 i morti nella sparatoria avvenuta alla Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, una cittadina di circa 24.000 abitanti vicina Miami (Florida), i feriti sarebbero 15.
Un ex studente dell'istituto di nome Nikolas Cruz, espulso per motivi disciplinari, alle 14:30 ora locale (20:30 in Italia) ha iniziato la carneficina: munito di un fucile d'assalto AR-15 ha dapprima fatto suonare il campanello d'allarme e in seguito ha bersagliato i discenti e gli insegnanti che si erano diligentemente raggruppati per poter sgomberare la scuola.
Drammatiche le testimonianze: un docente sarebbe morto tentando di proteggere un ragazzo, mentre un giovane che si è salvato, intervistato dalla Fox News, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «La polizia ci ha portato in corridoio, ho visto tante strisce di sangue come se le vittime fossero state trascinate via, ho visto anche i cadaveri di due ragazze. Una volta scese le scale mi sono trovato davanti ancora più sangue e fuori dall'edificio c'era il corpo di un insegnante».
Cruz era un ragazzo problematico, alcuni dicono che era stato espulso perché aveva minacciato i suoi compagni di classe e girava con delle armi, secondo altri il provvedimento dell'istituto sarebbe stato messo in atto per aver picchiato il compagno della sua ex fidanzata, così sostiene Victoria Olvera, una studentessa di 17 anni della Marjory Stoneman Douglas High School.
Lynda Cruz, la madre adottiva del 19enne assassino, è morta il 1° novembre 2017. Senza una guida e senza punti di riferimento il ragazzo, ossessionato dalle armi e attivissimo in questo senso sui social, era diventato una bomba a orologeria.
Come prevenire questi tragici eventi? La polizia è stata molto chiara e ha dato il monito "see something, say something": «Quando notate comportamenti devianti anche in internet come foto di armi e frasi deliranti segnalateli sempre alle forze dell'ordine».

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.