“Agatha Raisin e una cucchiaiata di veleno”

  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L'agenzia investigativa di Agatha Raisin va a gonfie vele. Stremata dal troppo lavoro, decide di staccare la spina e rilassarsi dedicandosi per un po' alla tranquilla vita di Carsely, nel suo cottage nel villaggio dei Cotswolds. Ma il ritorno alla quiete domestica significa anche non sapere che cosa fare durante il giorno. Il sacerdote di un villaggio vicino a Carsely coinvolge subito Agatha nella promozione di una festa parrocchiale per una raccolta fondi, incarico che lei accetta al volo anche perché il responsabile dell'evento, George Selby, è bello e soprattutto libero. La festa sembra essere un successo, ma poi alcuni degli assaggiatori della gara di marmellate accusano malori e muoiono. Si scoprono ammanchi, furti e iniziano i sospetti su tutti gli organizzatori coinvolti, compreso George. Agatha e i colleghi della sua agenzia iniziano a investigare.

"Il metodo investigativo abituale di Agatha Raisin consisteva nel tempestare di domande la gente, insomma era un po' come scuotere un albero nella speranza che ne cadesse qualche informazione preziosa."

Agatha Raisin è una cinquantenne dal carattere difficile. Cocciuta e caparbiamente ostinata a ottenere il successo, scontrosa e burbera, spesso inutilmente maleducata al limite della volgarità. Ossessionata dalla prospettiva di invecchiare, questa donna piena di difetti conquista proprio a causa delle sue scarse qualità. Fumatrice incallita e utilizzatrice compulsiva del microonde, nel quale riscalda piatti precotti e surgelati che non saprebbe mai cucinare, Agatha ama fingersi più di quel che è: acquista torte salate e piante magnificamente sbocciate per poi spacciarle come fatte con le sue mani o cresciute nel suo giardino; ingigantisce il suo ruolo nella risoluzione dei vari casi delittuosi per farsi bella davanti ai giornalisti o ai compaesani.

Ottenuto successo e denaro grazie al suo lavoro come PR in un'agenzia di Londra, decide di mollare tutto e trasferirsi a Carsely, fiabesco villaggio dei Cotswolds. Lì, per la prima volta, si rende conto di essere sola: un matrimonio breve e disastroso alle spalle, un'infanzia misera e difficile l'hanno resa sospettosa verso gli altri, tanto poco incline ai rapporti umani quanto desiderosa di averne.
E proprio per essere accettata, Agatha si trova invischiata nella sua prima avventura: La quiche letale, primo episodio della serie. Da lì in poi, un po' per caso un po' per scelta – tutto sommato in pensione si annoia – Agatha sarà coinvolta in un considerevole numero di casi, tanto da arrivare ad aprire una sua agenzia investigativa. In questo episodio della serie Agatha è in piena crisi e mette in dubbio per la prima volta anche le sue doti di investigatrice.

"Forse non era affatto capace di investigare. Forse ronzava e si agitava come un'ape intrappolata, sbattendo contro il vetro della finestra, finché qualcuno non apriva quella finestra e lei vedeva la luce."

Non ci troviamo immersi in una lettura di un vero e proprio giallo nel senso classico del termine, poiché gli omicidi e le investigazioni si mischiano alle disavventure amorose e quotidiane della protagonista. Ma questi romanzi sono davvero divertenti, una lettura leggera che invoglia in ogni caso a scoprire chi è il colpevole e la curiosità di come arrivi la soluzione del caso. Un misto tra Miss Marple e Jessica Fletcher.
Ogni episodio inizia e finisce nello stesso libro, ma comunque leggerli in ordine aiuta a capire l'evoluzione dei personaggi attraverso il tempo.
Consigliato a chi ama lo stile e lo humour inglese, gli splendidi paesaggi e i cottage dei Cotswolds.

Agatha Raisin e una cucchiaiata di veleno
M.C. Beaton
Traduzione: Marina Morpurgo
Uscita: novembre 2017
Editore astoria
Pagine: 264

L'autrice

M.C. Beaton, pseudonimo di Marion Chesney (Glasgow 1936 - Gloucester 2019), è stata un'autrice prolifica e amatissima dai lettori: ha pubblicato oltre centosessanta romanzi e venduto più di venti milioni di copie in tutto il mondo, risultando tra l'altro una delle autrici più prestate nelle biblioteche britanniche.
Alcune sue opere hanno avuto riduzioni radiofoniche e televisive, su tutte quelle poliziesche con protagonisti Hamish Macbeth e Agatha Raisin, entrambe pubblicate in italiano dalla casa editrice "astoria".
Dalla serie sull'investigatrice più impertinente e impulsiva d'Inghilterra è stata tratta una fiction televisiva, in onda anche in Italia.

Fonti informazioni

Autore: Laura Pecoraro

Giornalista dal 2010, cerca di dilatare il tempo attraverso la lettura, la scrittura e la ricerca. La psicologia è uno dei suoi argomenti preferiti. Appassionata lettrice del genere Fantasy, di Classici e Gialli, collabora con Diritto e Cronaca dal 2018.