Famiglia sterminata in provincia di Cosenza: trovati 4 cadaveri in una villetta

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Strage a Rende, in provincia di Cosenza: un intero nucleo familiare composto da padre, madre e due figli è stato spazzato via a colpi di pistola.
Ad allertare i carabinieri sono stati i vicini che nonostante lo stato di shock parlano di "famiglia tranquilla e cordiale che non avrebbe avuto mai neanche una lite".
Secondo gli inquirenti si sarebbe trattato di un triplice omicidio culminato con un suicidio.
Alcuni parenti residenti in zona avrebbero fatto cenno a "botti" sentiti nella nottata, ma, accorsi sul luogo dell'accaduto e dopo aver provato a contattare i loro cari, non avrebbero ricevuto alcuna risposta.
I cadaveri sono quelli di Salvatore Giordano (57 anni), della moglie Francesca Vilardi (59) e dei figli Giovanni e Cristiana, rispettivamente di 25 e 28 anni. La tragedia ha colpito tutta la comunità di Rende e non solo, in quanto la famiglia era conosciuta in città da generazioni per essere proprietaria di numerosi negozi di dischi e strumenti musicali.
La porta di entrata della villetta non presenta segni di effrazione, si attendono i risultati delle perizie balistiche e dello STUB.

Ciao! se sei arrivato/a fino a questo punto della pagina significa che l'articolo è stato di tuo gradimento. Devi sapere che "Diritto e Cronaca", anche se utilizza banner, non vive di pubblicità ed è completamente auto-finanziato. L'unico modo che abbiamo di proseguire nel nostro lavoro è chiedere delle donazioni. Siamo grati a chiunque possa darci un aiuto, anche minimo.

Sei un libero professionista o fai parte di un'azienda e vorresti pubblicare contenuti sponsorizzati? Sei un appassionato e vorresti leggere un articolo su un argomento che ti sta a cuore? Organizzi seminari inerenti al diritto e alla criminologia e cerchi qualcuno in grado di valorizzarli? Contattaci cliccando qui o scrivici all'indirizzo info@dirittoecronaca.it e scopri come fare.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.