FBI: l'assassino della piccozza tradito dal linguaggio del corpo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

"NON MI FREGHI!" di Joe Navarro con Marvin Karlins

Un uomo sospettato di omicidio ma con un alibi credibile era sotto interrogatorio dell'FBI. L'arma del delitto utilizzata non era stata resa nota, quindi solo l'assassino poteva sapere quale fosse. L'agente Navarro, osservando con attenzione l'indiziato, iniziò con le domande, elencando una per volta le possibili armi e chiedendo all'uomo quale avrebbe usato se fosse stato l'assassino. Una pistola? Un coltello? Una piccozza? Un martello? Alla parola "piccozza" il sospettato chiuse gli occhi e li aprì solo quando fu menzionata l'arma successiva. L'agente capì immediatamente il significato di quel comportamento e il sospettato confessò.

L'FBI era sulle tracce di un criminale in fuga, armato e pericoloso. Gli indizi avevano condotto gli agenti a casa della madre, così bussarono alla porta: la donna non esitò e li fece entrare. La incalzarono con una raffica di domande, ma niente di sospetto o significativo sembrava trapelare dalle sue parole. Solo un dettaglio: ogni volta che le veniva chiesto del figlio, la donna si toccava la fossetta del collo. Questo particolare insospettì l'agente Navarro che chiese di perquisire la casa e trovò il latitante nascosto sotto una coperta nel ripostiglio.

Coprirsi la fossetta del collo o giocherellare con la collana sono "pacificatori" di insicurezza, disagio emotivo, paura o preoccupazione.

Gli uomini si aggiustano la cravatta per affrontare insicurezze o disagio. Non è un caso: il nodo della cravatta è proprio sopra la forchetta sternale.

Questi sono solo un paio dei numerosi casi risolti dall'autore di Non mi freghi!. L'agente Joe Navarro, ormai diventato ex, per venticinque anni ha interrogato sospetti e smascherato spie per l'FBI. Navarro ha raccolto in queste pagine la sua esperienza e i suoi consigli per guidarci nella comprensione del linguaggio del corpo, attraverso il racconto di alcuni episodi da romanzo giallo vissuti dall'autore e le illustrazioni delle posture e delle espressioni descritte.

La commessa che cinguetta "le sta benissimo"
Il bancario che propone il mutuo "fatto apposta per lei"
La moglie che giura "ma se non lo sento da dieci anni!"
Il concessionario di auto usate che promette "un ottimo affare"
Vuoi scoprire se dicono la verità?

Un movimento delle sopracciglia, la posizione delle gambe, l'inclinazione della testa o una smorfia rapida del viso: imparare a riconoscere questi gesti ci permetterà di leggere le intenzioni nascoste e i pensieri dei nostri interlocutori e ci aiuterà ad assumere un controllo pieno anche della nostra gestualità.

Joe Navarro ha imparato molto presto a trarre insegnamento dal linguaggio del corpo. A otto anni fugge da Cuba e approda negli Stati Uniti, dove la necessità di integrarsi e la scarsa padronanza della lingua lo rendono particolarmente attento agli atteggiamenti delle persone e sensibile alla loro gestualità. Della sua brillante carriera nell'FBI, Navarro dice che deve tutto proprio alla sua capacità di interpretare la comunicazione non verbale, per esempio durante gli interrogatori dei sospetti.

Il problema è che la maggior parte della gente passa la propria vita guardando, ma non vedendo veramente o, come Sherlock Holmes diceva al suo partner Dr. Watson: "Tu guardi ma non osservi"
- Joe Navarro –

Il libro è scritto in modo scorrevole, non c'è il rischio di annoiarsi. Si sente che l'autore ha vissuto le situazioni in cui si mente e in cui lo si riesce a fare bene. Spesso non si notano i segnali sottili che poi rivelano l'inganno. Non è un corso approfondito ma è un libro molto pratico da seguire.

L'autore

JOE NAVARRO è nato a Cuba il 26 maggio 1953.
È uno dei maggiori esperti mondiali di comunicazione non verbale. Ha lavorato per venticinque anni come agente speciale dell'FBI nel settore del controspionaggio e della valutazione comportamentale e ha raggiunto una tale competenza da esser definito "la macchina della verità umana".
Insegna alla Saint Leo University, è consulente di banche, assicurazioni, studi legali e tiene corsi per professionisti di Texas Hold'em.
Navarro è intervenuto in programmi come NBC's Today Show, Fox News, ABC's Good Morning America, CBS' Early Show, BBC News, e ha pubblicato articoli per The Washington Post, South China Morning Post e Psychology Today.
Dal 2003 è consulente presso il Dipartimento di Stato americano e membro dell'Institute for Intergovernmental Research (IIR).
Joe Navarro è anche relatore e autore di libri di grande successo. Con Roi Edizioni nel febbraio 2020 ha pubblicato Personalità pericolose, un'illuminante guida che fornisce suggerimenti di difesa e soluzioni per proteggerci dalle personalità disturbate prima che, nei casi estremi, rivelino fino in fondo la loro pericolosità.

DOTT. MARVIN KARLINS è nato il 4 ottobre 1941 a Minneapolis, Minnesota.
Curatore della premessa di Non mi freghi!, professore di management presso l'Università della Florida del sud. Ha ricevuto il suo B.A. laurea presso l'Università del Minnesota e il suo dottorato di ricerca in psicologia presso la Princeton University.

Non mi freghi!
Joe Navarro
Editore: Sonzogno
Anno edizione: 2009
Pagine: 240 p.

Fonti informazioni

Ciao! se sei arrivato/a fino a questo punto della pagina significa che l'articolo è stato di tuo gradimento. Devi sapere che "Diritto e Cronaca", anche se utilizza banner, non vive di pubblicità ed è completamente auto-finanziato. L'unico modo che abbiamo di proseguire nel nostro lavoro è chiedere delle donazioni. Siamo grati a chiunque possa darci un aiuto, anche minimo.

Sei un libero professionista o fai parte di un'azienda e vorresti pubblicare contenuti sponsorizzati? Sei un appassionato e vorresti leggere un articolo su un argomento che ti sta a cuore? Organizzi seminari inerenti al diritto e alla criminologia e cerchi qualcuno in grado di valorizzarli? Contattaci cliccando qui o scrivici all'indirizzo info@dirittoecronaca.it e scopri come fare.

Autore: Laura Pecoraro

Giornalista dal 2010, cerca di dilatare il tempo attraverso la lettura, la scrittura e la ricerca. La psicologia è uno dei suoi argomenti preferiti. Appassionata lettrice del genere Fantasy, di Classici e Gialli, collabora con Diritto e Cronaca dal 2018.