Germania, un infermiere è accusato della morte di 84 pazienti

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si chiama Nils Högel, è un infermiere tedesco ed è sospettato di aver ucciso 84 persone tra il 2000 e il 2005 provocando loro overdosi con medicine cardiache.
La criminologia chiama questi serial killer "angeli della morte" o "angeli della misericordia", si tratta di assassini atipici che agiscono in ambiente medico e in particolare ospedaliero. L'Italia purtroppo non è esente dal fenomeno: ricordiamo ad esempio Alfonso De Martino, Angelo Stazzi e Sonya Caleffi, più recente il caso, ancora tutto da dimostrare (l'iter giudiziario è in corso), di Leonardo Cazzaniga.
Secondo gli inquirenti tedeschi Högel avrebbe ucciso più di 200 pazienti, ma la maggior parte di queste morti sospette rimarranno per sempre un mistero dal momento che molti cadaveri sono stati cremati.
L'infermiere era stato arrestato nel febbraio del 2015 per l'omicidio di due degenti nell'ospedale di Delmenhorst, vicino alla città di Brema e il tentato omicidio di altri due pazienti. Nel luglio del 2016 la polizia aveva ricostruito 33 decessi, oggi l'inquietante rivelazione.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.