Marilena Rosa Re: la scomparsa dimenticata dai (grandi) media

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

"Chi l'ha visto?" e "Quarto Grado" sono andati in vacanza e, nonostante alcuni speciali di entrambe le trasmissioni (per quella Mediaset è stato trasmesso lo spinoff "Il Terzo Indizio"), è rimasto un vuoto nell'informazione riguardante la cronaca nera e in particolare le scomparse.
E proprio di una scomparsa purtroppo dobbiamo parlare: quella della 58enne Marilena Rosa Re, una vicenda che sulla maggior parte dei media italiani è passata decisamente in sordina.
Secondo il racconto del marito la donna si sarebbe allontanata a piedi dalla loro abitazione sita a Castellanza il 30 luglio, poi di lei si sarebbero perse le tracce. Per i carabinieri tuttavia Marilena sarebbe arrivata fino a Garbagnate Milanese dove ha vissuto per tanti anni e dove attualmente abitano il figlio, la suocera e molti suoi amici, nonostante questo gli inquirenti non sono riusciti ancora a trovarla.
Il caso è stato trattato da pochi media, in particolare dal settimanale "Giallo" che nelle ultimi giorni ha provato a sentire il marito e la figlia della donna, i quali, intenti a "riempire scatole e bustoni quasi fossero impegnati in un trasloco" (parole del redattore), invece di usufruire dei giornalisti per portare visibilità alla loro situazione hanno invitato i reporter ad andarsene («Andate via, non abbiamo bisogno di voi»).
Sulla base delle indagini Marilena appare come una persona molto riservata e poco incline alle confidenze, nonostante questo secondo "Il Giorno" ultimamente avrebbe manifestato preoccupazione per alcuni problemi economici soprattutto a causa del suo lavoro da promoter che non le avrebbe garantito entrate soddisfacenti.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il gruppo Facebook "MARILENA DOVE SEI".

Ciao! se sei arrivato/a fino a questo punto della pagina significa che l'articolo è stato di tuo gradimento. Devi sapere che "Diritto e Cronaca", anche se utilizza banner, non vive di pubblicità ed è completamente auto-finanziato. L'unico modo che abbiamo di proseguire nel nostro lavoro è chiedere delle donazioni. Siamo grati a chiunque possa darci un aiuto, anche minimo.

Sei un libero professionista o fai parte di un'azienda e vorresti pubblicare contenuti sponsorizzati? Sei un appassionato e vorresti leggere un articolo su un argomento che ti sta a cuore? Organizzi seminari inerenti al diritto e alla criminologia e cerchi qualcuno in grado di valorizzarli? Contattaci cliccando qui o scrivici all'indirizzo info@dirittoecronaca.it e scopri come fare.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.