Modella diffamata sul web: la polizia postale “acciuffa” un pregiudicato di Bergamo

  •  
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  

Diffamava una modella di origini abruzzesi residente a Miami con frasi ingiuriose e offensive riguardanti la sfera personale e lavorativa, credendo di poterla fare franca grazie a un anonimizzatore. Tuttavia, per quanto prudente possa essere stato nelle sue attività illecite, l'uomo è stato individuato dalla polizia postale.
Il "molestatore", che si è rivelato essere un pregiudicato di Bergamo, è stato tradito da un'autenticazione sui social, in pratica "un login galeotto" senza l'utilizzo di software in grado di mascherare l'identità.
A seguito della scoperta gli inquirenti hanno eseguito un decreto di perquisizione domiciliare, rinvenendo un cospicuo materiale informatico, poi sequestrato, che avrebbe fugato ogni dubbio.
La diffamazione aggravata continuava da 2 anni e la donna aveva già sporto più denunce contro ignoti.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.