Papà a 61 anni dopo il test del DNA: dovrà risarcire il figlio con 50.000 €

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Diventare papà grazie a una sentenza di un Tribunale: è successo a un ex imprenditore vicentino di 61 anni, sposato e con famiglia.
Il tutto è partito da una causa civile avviata da una signora 60enne che con l'uomo aveva condiviso una relazione durata un anno: dal 1974 al 1975, un fugace rapporto fra due minorenni in cui però è stato concepito il loro figlio, ora 43 enne.
La donna era stata lasciata nel febbraio del '75 al terzo mese di gravidanza, una gestazione difficile che aveva portato a termine con enormi sacrifici, avendo a quel tempo 16 anni.
Ora il figlio potrà aggiungere al cognome della madre quello del padre e soprattutto verrà risarcito con 50.000 €.

Ciao! se sei arrivato/a fino a questo punto della pagina significa che l'articolo è stato di tuo gradimento. Devi sapere che "Diritto e Cronaca", anche se utilizza banner, non vive di pubblicità ed è completamente auto-finanziato. L'unico modo che abbiamo di proseguire nel nostro lavoro è chiedere delle donazioni. Siamo grati a chiunque possa darci un aiuto, anche minimo.

Sei un libero professionista o fai parte di un'azienda e vorresti pubblicare contenuti sponsorizzati? Sei un appassionato e vorresti leggere un articolo su un argomento che ti sta a cuore? Organizzi seminari inerenti al diritto e alla criminologia e cerchi qualcuno in grado di valorizzarli? Contattaci cliccando qui o scrivici all'indirizzo info@dirittoecronaca.it e scopri come fare.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.