Pedofilia online, il Garante della Lombardia denuncia un'emergenza sconvolgente

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Secondo il rapporto Meter del 2016 in Italia sono state segnalate alla polizia postale 2 milioni di foto, 200.000 video e 10.000 siti pedopornografici, il Garante lombardo per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza ha voluto sottolineare con fermezza tale sconvolgente situazione.
«Della pedofilia si parla poco e male. Bastano i numeri del materiale digitale diffuso in rete soprattutto nel cosiddetto deep web per denunciare un'emergenza drammatica e sconvolgente. Ma l'attenzione va tenuta alta anche nell'ambito familiare dove purtroppo si consuma una percentuale importante di episodi e reati», queste le parole di Massimo Pagani al convegno "Io ci sono, e voi?", organizzato a Palazzo Pirelli in occasione della "Giornata nazionale per la lotta alla pedofilia e alla pedopornografia", in collaborazione con l'associazione SiCura.
Nel 2016 i casi di abuso sessuale e pedofilia gestiti dal Telefono Azzurro sono stati 301, secondo gli esperti questa recrudescenza del fenomeno è preoccupante e dovrebbe far alzare la guardia ai fruitori della rete.

Ciao! se sei arrivato/a fino a questo punto della pagina significa che l'articolo è stato di tuo gradimento. Devi sapere che "Diritto e Cronaca", anche se utilizza banner, non vive di pubblicità ed è completamente auto-finanziato. L'unico modo che abbiamo di proseguire nel nostro lavoro è chiedere delle donazioni. Siamo grati a chiunque possa darci un aiuto, anche minimo.

Sei un libero professionista o fai parte di un'azienda e vorresti pubblicare contenuti sponsorizzati? Sei un appassionato e vorresti leggere un articolo su un argomento che ti sta a cuore? Organizzi seminari inerenti al diritto e alla criminologia e cerchi qualcuno in grado di valorizzarli? Contattaci cliccando qui o scrivici all'indirizzo info@dirittoecronaca.it e scopri come fare.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.