Pokémon GO è pericoloso? Tutte le novità sulla sicurezza, dai casi strani agli iter giudiziari

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  

Chiedersi se Pokémon GO sia pericoloso quasi nel 2020 può sembrare fuori luogo e soprattutto "fuori tempo", tuttavia il videogioco della Niantic ha ottenuto un grandioso boom ad agosto 2019 e a fronte di questo successo ci siamo posti la fatidica domanda.
Al fine di rispondere non ci siamo rifatti ai soliti video fake sensazionalistici, fin troppo "usati e abusati" sulla rete, ma a iter giudiziari e alla casistica "come criminologia comanda".
L'app per smartphone si serve della realtà aumentata e della geolocalizzazione: il giocatore può cercare di catturare i Pokémon girando tra le strade del mondo reale, può attaccare le cosiddette palestre che sono state associate dalla casa produttrice perlopiù a monumenti storici come statue, chiese e costruzioni curiose e può partecipare ai "raid" per accalappiare gli "esemplari" potenziati.
Dalla sua uscita nel 2016 Pokémon GO ha offerto a tutti divertimento, suspense e tante ore di intrattenimento, ma è veramente tutto oro ciò che luccica? Abbiamo caricato un video sul canale YouTube di DirittoeCronaca.it per dire la nostra senza intento polemico, in particolare ci siamo soffermati su alcuni aspetti inerenti alla sicurezza.

  • L'attività notturna: le lotte con le reclute del Team GO Rocket non sono sospese di notte come i raid.
  • Gli "spawn", cioè le apparizioni di Pokémon, anche rari, a tarda ora e a volte in proprietà private.
  • Gli incidenti stradali causati dalla poca attenzione a ciò che succede nel mondo reale mentre si utilizza l'app.
  • I "sex offender" che, secondo alcune testate giornalistiche americane, si apposterebbero stabilmente nei pressi di palestre e Pokéstop.
  • La collocazione pericolosa di alcune palestre.
  • Le situazioni allarmanti come "la sparatoria di Pokémon GO", successa a Chesapeake, in Virginia.

Di questo e altro abbiamo discusso nel seguente video, sempre usando toni pacati e mai allarmistici.
Cogliamo l'occasione per invitarvi a iscrivervi al nostro canale YouTube.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.