Scandicci, uomo strangola la moglie e cerca di suicidarsi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa mattina a Scandicci nel Fiorentino è avvenuta l'ennesima tragedia familiare: il 53enne Rosario Giangrasso ha ucciso la moglie e poi ha tentato il suicidio.
L'omicidio è avvenuto in un appartamento al pian terreno di un condominio di quattro piani situato vicino a una Casa del Popolo. La donna, strangolata a morte probabilmente con delle fascette da elettricista e forse colpita alla testa con un bastone, era una cittadina thailandese di 43 anni. La coppia aveva due figlie di 8 e 14 anni che al momento dei fatti non erano in casa.
L'uomo dopo aver assassinato la moglie avrebbe provato a tagliarsi le vene con alcuni coltelli presi dalla cucina.
Secondo una prima ricostruzione la figlia maggiore sarebbe rientrata nell'abitazione e avrebbe trovato il padre sanguinante in camera da letto e la madre priva di vita in un'altra stanza.
Non è la prima volta che Giangrasso compare nelle pagine di cronaca: il 2 luglio scorso riuscì a salire su un'impalcatura allestita per il restauro del Duomo di Firenze al fine di denunciare la sua situazione economica. Nel marzo del 2012, dopo aver perso il lavoro, si arrampicò su una gru alta 50 metri; nel 2013 salì su un traliccio perché aveva paura di perdere la casa; qualche tempo dopo, temendo che gli fosse tolta la patria potestà, affisse un cartello all'ospedale "San Giovanni di Dio" dichiarandosi disposto a vendere un rene.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.