Sequestro di pasticche: è “la droga di Hitler”. Ma sul web le sparano grosse...

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quasi 2.500 pasticche sono state sequestrate dai carabinieri di Mestre nel corso di un'operazione anti-droga che ha portato all'arresto di un bengalese di 50 anni domiciliato nel Lazio.
L'uomo, di ritorno da un viaggio a Dacca, è stato intercettato dai militari dell'Arma nel parcheggio dell'aeroporto di Venezia. Dopo una perquisizione approfondita è stata trovata nei suoi bagagli la droga suddivisa in nove involucri occultati tra generi alimentari orientali di ogni tipo e dal forte odore.
Sulle pasticche della "droga di Hitler" (chiamata così perché "farebbe diventare aggressivi come i soldati nazisti") o "Yaba" è stata fatta una grandissima disinformazione sul web. Sembra infatti che alcuni giornalisti ne stiamo parlando come "metanfetamina di ultima generazione", mentre le prime notizie riguardanti tale sostanza risalgono al 2014. Da sottolineare che questa cosiddetta "droga di ultima generazione" è in realtà un derivato delle metanfetamine che viene ricavato dagli scarti di produzione dell'eroina.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.