Processo per la morte di Marco Vannini: parlano Federico Ciontoli e Viola Giorgini

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ore tesissime quest'oggi durante il processo per la morte di Marco Vannini: in aula sono stati sentiti Federico Ciontoli, accusato di omicidio volontario con dolo eventuale assieme alla sua famiglia e Viola Giorgini, che si sta difendendo dall'incriminazione di omissione di soccorso.
I due fidanzati si sono collocati in camera del ragazzo nel momento del colpo di pistola, Viola ha parlato di "uno stato di dormiveglia" e ha detto di non aver riconosciuto la natura del rumore. Sempre secondo la loro deposizione, entrambi, incuriositi dallo scoppio, sarebbero scesi al piano di sotto per capire cosa fosse successo, tuttavia davanti al bagno avrebbero trovato Antonio Ciontoli che non avrebbe consentito l'accesso alla stanza.
In un secondo momento quest'ultimo avrebbe fatto entrare suo figlio, in seguito l'intera famiglia si sarebbe resa conto della situazione quando Federico avrebbe fatto vedere a tutti delle pistole (fonte: TerzoBinario.it).
Il ragazzo ha descritto sia la posizione della vittima nella vasca sia l'ubicazione di sua sorella Martina, che si sarebbe trovata tra il bidet e la vasca stessa.
A quel punto Antonio Ciontoli avrebbe portato Marco, ancora nudo, in una camera da letto. Martina avrebbe preso qualcosa per coprirlo, mentre Viola si sarebbe preoccupata di portargli dell'acqua, dello zucchero e di asciugargli i capelli.
Le stesse deposizioni degli imputati sembrerebbero quindi confermare che in quel momento i presenti erano consci di ciò che era successo.
Sia Viola che Federico hanno riferito di uno scambio preciso di informazioni fra loro, i soccorritori e le forze dell'ordine su ipotesi del percorso fatto dal bossolo all'interno del corpo della vittima, mentre il maresciallo Izzo, testimone della tragica vicenda, non ha mai fatto alcun accenno di ciò.
Giovedì sarà il turno degli altri imputati (Martina Ciontoli, Maria Pezzillo e Antonio Ciontoli), segue post di "Quarto Grado" pubblicato sulla pagina Facebook della trasmissione.

Articoli correlati

- Incredibile sfregio alla memoria di Marco Vannini
- Il processo per la morte di Marco Vannini è alla fase decisiva, ritorna "Quarto Grado"
- Incredibile colpo di scena durante il processo per l'omicidio di Marco Vannini
- Omicidio Vannini, tutte le novità sull'udienza del 26 giugno

Ciao! se sei arrivato/a fino a questo punto della pagina significa che l'articolo è stato di tuo gradimento. Devi sapere che "Diritto e Cronaca", anche se utilizza banner, non vive di pubblicità ed è completamente auto-finanziato. L'unico modo che abbiamo di proseguire nel nostro lavoro è chiedere delle donazioni. Siamo grati a chiunque possa darci un aiuto, anche minimo.

Sei un libero professionista o fai parte di un'azienda e vorresti pubblicare contenuti sponsorizzati? Sei un appassionato e vorresti leggere un articolo su un argomento che ti sta a cuore? Organizzi seminari inerenti al diritto e alla criminologia e cerchi qualcuno in grado di valorizzarli? Contattaci cliccando qui o scrivici all'indirizzo info@dirittoecronaca.it e scopri come fare.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.