Verona, nonna detective fa arrestare pusher

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un tunisino di 35 anni stava spacciando droga in un parco giochi di Verona, quando una nonnina che stava accompagnando in quel luogo i suoi nipoti ha deciso di improvvisarsi detective e risolvere la situazione.
È accaduto in uno dei quartieri più popolosi della città (Borgo Milano), in cui di recente sono avvenuti numerosi furti. L'anziana, notando il comportamento sospetto dell'uomo, ha subito dato l'allarme permettendo alla polizia di individuarlo in poco tempo e portarlo in Questura.
Dopo la perquisizione è emerso che il nordafricano, pregiudicato per spaccio di stupefacenti, aveva con sé quattro dosi di eroina (in totale 2,71 grammi); processato per direttissima, è stato condannato a 6 mesi di reclusione.

Ciao! se sei arrivato/a fino a questo punto della pagina significa che l'articolo è stato di tuo gradimento. Devi sapere che "Diritto e Cronaca", anche se utilizza banner, non vive di pubblicità ed è completamente auto-finanziato. L'unico modo che abbiamo di proseguire nel nostro lavoro è chiedere delle donazioni. Siamo grati a chiunque possa darci un aiuto, anche minimo.

Sei un libero professionista o fai parte di un'azienda e vorresti pubblicare contenuti sponsorizzati? Sei un appassionato e vorresti leggere un articolo su un argomento che ti sta a cuore? Organizzi seminari inerenti al diritto e alla criminologia e cerchi qualcuno in grado di valorizzarli? Contattaci cliccando qui o scrivici all'indirizzo info@dirittoecronaca.it e scopri come fare.

Autore: Davide Ronca

Dottore in giurisprudenza con un master in scienze forensi e uno in scienze criminologiche. Giornalista dal 2007, è da sempre attivissimo sul web per portare un'informazione di qualità.